sabato 21 ottobre 2017

Melanzane ripiene vegetariane



Ingredienti:
  • 1 melanzana (300 gr pesata senza picciolo)
  • 20 gr di parmigiano reggiano
  • 24 gr di pangrattato
  • 1 uovo
  • sale
  • 1 spicchio d'aglio
  • prezzemolo
  • 2 "bastoncini" provola
  • basilico
  • passata di pomodoro
Sul blog se volete potete trovare anche le melanzane farcite con la carne. Tagliare la melanzana a metà per il senso della lunghezza e con la punta del coltello o di un cucchiaio, scavare per togliere tutta la polpa per ottenere le così dette "giacchette", bollire tutto per qualche minuto in acqua salata, scolarle per bene. Mettere i "gusci" di melanzane da parte mentre la polpa strizzarla, metterla su un tagliare e con una mezzaluna o un coltello passarci sopra più volte per sminuzzarla, metterla in una ciotola insieme agli altri ingredienti, quindi, parmigiano, pangrattato, uovo, sale aglio e prezzemolo, impastare per bene per amalgamare gli ingredienti con una forchetta, poi aiutandosi con le mani riempire le "giacchette" fino all'orlo (devono essere belle piene), ricordarsi di mettere al centro il bastoncino di provola e richiudere, sistemarle su una teglia e distribuire su ognuna la passata e qualche fogliolina di basilico. Infornare a 200° per 15 minuti.


mercoledì 18 ottobre 2017

Ciambellone sofficissimo all'olio extravergine d'oliva


Ingredienti (diam.22 cm):
  • 150 gr di farina 00 Molino Petrucci
  • 125 gr di zucchero
  • mezzo bicchiere (80 ml) di olio extravergine d'oliva Agridè
  • 1 bicchiere di latte (130 ml)
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 limone (la scorza)
  • 1 bustina di lievito per dolci con cremor tartaro S.Martino
  • 2 uova 
  • zucchero a velo S.Martino
Avevo visto questa ricetta fantastica a Masterchef Celebrity e loro mi sembra che lo chiamassero Ciambellone di Montepulciano o di Montalcino adesso non ricordo bene, vi posso garantire che viene un ciambellone che sembra una nuvola, sofficissimo, si scioglie in bocca e crea dipendenza, una fetta tira l'altra. L'olio che ho utilizzato era novello e devo dire che era perfetto, profumato. Separare i tuorli dagli albumi. Nella ciotola della planetaria metter i tuorli con lo zucchero, la vanillina, la scorza del limone e montarli con la frusta fino ad ottenere un composto soffice e spumoso. Aggiungere l'olio, il latte e mescolare bene. Aggiungere la farina insieme al livevito un po' alla volta mescolando dall'alto verso il basso con una spatola per farla incorporare bene all'impasto. Montare gli albumi a neve ben ferma e aggiungerli all'impasto mescolando sempre dall'alto verso il basso per non smontarli. Versare il composto nello stampo in silicone da ciambella diam.22 leggermente infarinato (così si staccherà meglio dalle pareti). Infornare a 180° in forno già caldo per 40/45 minuti, controllate sempre la cottura con lo stecchino. Lasciare raffreddare per bene prima di sformarlo e cospargere con lo zucchero a velo. E' un ciambellone con l'intero umido e sofficissimo, in più se usate un olio di qualità sprigionerà un profumo buonissimo.






domenica 15 ottobre 2017

Busiate integrali cremose con broccoli e noci


Ingredienti:
  • 130 gr di busiate integrali La Timpa
  • 200 gr di broccoli
  • 1 scalogno
  • 16 gr di noci tritate grossolanamente
  • 60 ml di latte
  • dado vegetale
  • acqua 
Ho utilizzato questa pasta integrale trafilata al bronzo e devo dire che è perfetta con i sughetti cremosi perchè essendo "grezza" li raccoglie benissimo. Il broccolo può essere sia fresco che surgelato. Il mio era fresco ma surgelato, o meglio l'ho comprato ma siccome non l'ho utilizzato subito e per non farlo rovinare, l'ho diviso in cimette eliminando anche i gambi duri, l'ho sbollentato in acqua bollente per 5 minuti, poi l'ho fatto asciugare e l'ho congelato. Quindi tornando alla ricetta, tagliare i broccoli grossolanamente e versarli in una padella antiaderente, aggiungere un pò d'acqua rigirando spesso in modo che non si attacchino e non brucino, (se le cime sono troppo grosse si possono spezzettare con il cucchiaio durante la cottura) aggiungere lo scalogno tagliato finemente, far cuocere per qualche minuto poi versare la pasta nella padella amalgamarla per bene ai broccoli, aggiungere il dado e l'acqua fino a coprirla e lasciare cuocere a fuoco medio fino al completo assorbimento, mescolando di tanto in tanto. Io durante la cottura schiaccio ancora un pò i broccoli con il cucchiaio in modo da non trovare pezzi grandi, ma questa è una cosa facoltativa, va a gusti. Assaggiare se la pasta richiede altra acqua (solitamente io ne aggiungo ancora un pochino ma non troppa ricordatevi che avete anche il latte come liquido) e far riassorbire di nuovo, a cottura quasi ultimata rimanendo sempre sul fuoco aggiungere il latte e lasciare assorbire per bene, aggiungere le noci (tenetene un po' per guarnire) e continuare a mescolare per far amalgamare per bene, ha un gusto delicatissimo ed è facile e veloce. Se non volete utilizzare il latte potete anche ometterlo che viene benissimo comunque. Qui potete trovare la ricetta senza latte e qui con il Philadelphia .

 

mercoledì 11 ottobre 2017

Cannelloni di farro con patate e spinaci


Ingredienti (10 pz):
  • 100 gr di farina di farro Molino Petrucci
  • 1 uovo
  • mezza tazzina d'acqua
  • sale
Ingredienti per la farcia:
  • 50 gr di parmigiano + 20 gr per la superficie
  • 100 gr di spinaci surgelati
  • 200 gr di patate (pesate senza la buccia)
  • 250 ml di latte
  • 20 gr di farina
  • 20 gr di Reolì all'olio extravergine d'oliva
  •  sale
  • noce moscata
Per prima cosa preparare la pasta che andrà lasciata riposare per 15 minuti, giusto il tempo di preparare le farcia. In una ciotola o se siete più brave di me direttamente sul tagliere versare la farina, al centro rompere l'uovo, un pizzico di sale e iniziare ad impastare prima con la forchetta poi con con le mani e se occorre aggiungere un po' di acqua, quando avrete ottenuto un bell'impasto liscio formare una palla, avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciarla riposare per 15 minuti. Nel frattempo preparare le farcia, nel cestello per cuocere a vapore mettere le patate tagliate a cubettini e gli spinaci surgelati, chiudere con il coperchio e far cuocere, nel frattempo preparare la besciamella. In un pentolino far sciogliere reolì (è un "burro"vegetale o come lo chiamo io olio spalmabile, è a a base di olio extravergine d'oliva, burro di cacao e acqua) aggiungere la farina e sempre mescolando aggiungere pian piano il latte cercando di non formare grumi, continuare a mescolare finchè non inizierà ad addensarsi, togliere dal fuoco, aggiungere il formaggio (10 gr), il sale e la noce moscata. Una volta cotte le patate, schiacciarle e gli spinaci tritarli grossolanamente con il coltello o la mezzaluna,  mettere le verdure in una ciotola salarle leggermente e unire il formaggio mescolare e mettere il tutto in un sac a poche. Ora non ci resta che tirare la sfoglia. Siccome ho fatto un solo uovo di pasta non ho utilizzato la sfogliatrice del Kitchen ma l'ho tirata con il mattarello. Dev'essere una sfoglia sottile, tagliarla in 10 rettangoli più o meno uguali e sbollentarli in acqua, metterli su un canovaccio ad asciugare, aiutandosi con il sac a poche distribuire il ripieno sui rettangoli per il senso della lunghezza, arrotolare la sfoglia per formare il cannellone e metterlo in un a pirofila precedentemente "sporcata" con la besciamella, quando tutti i cannelloni saranno pronti nella pirofila ricoprirli con la besciamella e il formaggio grattugiato. Infornare a 180° per 15 minuti, verso fine cottura mettere la funzione grill per far dorare la superficie.Sono delicatissimi.


martedì 10 ottobre 2017

Biscotti integrali del Dottor Berrino (senza uova, burro e zucchero)



Ingredienti (11 biscottoni):
  • 110 gr di farina integrale macinata a pietra Molino Petrucci
  • 70 gr di fiocchi d'avena
  • 2 cucchiai di miglio soffiato
  • 25 gr di noci
  • 25 gr di mandorle 
  • 25 gr di nocciole
  • 100 ml di latte
  • 40 gr di uvetta
  • 1 mela (se è piccola 2 oppure 1 mela e 1 pera piccola)
  • scorza di un limone
  • pizzico di sale
  • mezza bustina di lievito con cremor tartaro S.martino
In una ciotolina mettere in ammollo l'uvetta con l'acqua tiepida. Nella ciotola del mixer, frullare grossolanamente la frutta secca, poi aggiungere la farina, i fiocchi d'avena, il sale, il miglio soffiato, la scorza del limone grattugiata, il latte, l'uvetta ben strizzata e la mela grattugiata, frullare il tutto a media velocità per pochi secondi, aggiungere il lievito azionare ancora per qualche secondo e siete pronti per preparare i biscotti. Io li ho fatti giganti perchè volevo farli in un unica infornata, aiutandosi con due cucchiai formare delle montagnette di impasto sulla leccarda ricoperta con carta da forno, infornare in forno già caldo a 180° per 20 minuti. Fuori avranno una bella crosticina dorata mentre dentro rimarranno un po' più umidi. A me sono piaciuti tantissimo perchè a me ricordano il sapore del panone di natale che si fa qui in Emilia.


domenica 8 ottobre 2017

Tigelle 100% integrali



Ingredienti (14 tigelle diam. 7cm):
  • 200 gr di farina integrale UNIQUA Molino dalla Giovanna
  • 3 gr di lievito di birra
  • 130 ml di latte tiepido
  • miele (la forchetta immersa nel barattolo)
  • 4 gr sale
 Ingredienti per farcire:
  • qualsiasi tipo di affettato
  • qualsiasi tipo di verdura (cruda o cotta)
  • formaggio
  • battuto di lardo con aglio e rosmarino
  • lardo di colonnata
  • parmigiano reggiano grattugiato con rosmarino e olio extravergine d'oliva
  • Nutella (l'ultima si mangia sempre così :P)
A Modena vengono chiamate tigelle o crescentine, ma attenzione perchè se andate a Bologna e chiedete delle crescentine vi serviranno del gnocco fritto, quindi vi consiglio di chiamarle sempre tigelle! Poco tempo fà sul blog avevo postato la ricetta delle "Finte tigelle" e delle classiche Tigelle. Si cuociono sul fuoco nella tigelliera in ghisa (pesante pesante ma adorabili perchè lasciano un marchio sulle tigelle la mia dei cerchi quella di mia mamma una stella, la piastra la potete vedere nel vecchio post), adesso ci sono anche tigelliere elettriche, ma avendo provata anche quella, io preferisco la classica in ghisa perchè vengono più buone. Prima di partire con la ricetta informo chi non le avesse mai provate di fare molta attenzione, perchè creano dipendenza, una tira l'altra. Ho provato per la prima volta a farle completamente integrali e devo dire che sono venute buonissime creano dipendenza come quelle classiche. In una ciotola sciogliere il lievito con la forchetta "sporca" di miele nel latte tiepido (non caldo altrimenti si "ucciderà" il lievito), aggiungere la farina poi il sale, mescolare bene prima con una forchetta poi rovesciare l'impasto sulla spianatoia e lavorarlo con le mani finchè non si formerà un bell'impasto liscio, formare una palla e mettere a lievitare a campana per due ore (o se c'è caldo basterà anche un'ora). Trascorso il tempo con il mattarello stendere l'impasto (non più basso di 5 mm, altrimenti verranno vuote, senza mollica e saranno troppo secche, dipende anche dai gusti a alcuni piacciono anche senza mollica) poi tagliare le tigelle con l'apposito stampino (potete utilizzare un coppapasta con diametro 8 cm io questa volta l'ho utilizzato di 7 cm) e man mano vanno messe su un vassoio ricoperto con un canovaccio fino a formare due strati così composti (vassoio, canovaccio, tigelle, canovaccio, tigelle, canovaccio) e far lievitare per 2 ore o comunque fino ad ora di cena (perchè solitamente le mangiamo di sera). Scaldare bene sul fuoco la tigelliera, 10 minuti per lato riempirla poi con le tigelle (nella mia ce ne stanno 7 per volta) e cuocerle per bene prima su un lato poi sull'altro. Una volta cotte metterle in una ciotola ricoperta con un canovaccio e tenerle sempre chiuse in modo che rimangano calde. Per farcirle si tagliano a metà con coltello oppure con le mani se non scottano troppo e poi potete sbizzarrirvi con la farcia che più vi piace. Si possono tranquillamente congelare sia da crude che da cotte. Se le congelate da crude, basterà tirarle fuori dal freezer e farle lievitare ancora, mentre se le congelate cotte basta che le tiriate fuori e le passiate in padella o in forno.



venerdì 6 ottobre 2017

Crema alle nocciole spalmabile, nocciolata...



Ingredienti:
  • 200 gr di cioccolato al latte (sciolto a bagnomaria)
  • 15 gr di cacao amaro in polvere
  • 20 gr di zucchero a velo
  • 10 gocce di estratto di vaniglia FlavourArt
  • 100 gr di nocciole 
Questa ricetta l'ho trovata sul blog di Mario, dovete assolutamente provarla perchè è semplicissima e vedrete non acquisterete più quella famosa...avete capito quale dico, vero? Questa è buonissima e soprattutto sanissima!! Se avete le nocciole con la pellicina, vi basterà tostarle in padella (muovendole spesso per non farle bruciare), rovesciarle su uno scottex o un canovaccio e iniziare a sfregarle tra loro in modo che si pelino da sole. Anche se avete quelle senza pellicina dovete comunque tostarle in padella (muovendole spesso per non farle bruciare). Mettere le nocciole ancora calde nel frullatore e tritarle per un bel pò fino ad ottenere una sorta di crema chiara e liquida (il procedimento è uguale a quello del burro d'archidi, deve solo diventare più liquida) aggiungere il cacao amaro in polvere e lo zucchero a velo precedentemente setacciati e mescolare. Infine aggiungere il cioccolato sciolto a bagnomaria e l'estratto di vaniglia, mescolare per bene, potete anche farlo utilizzando sempre il frullatore o lo sbattitore elettrico e la vostra crema splamabile è pronta. Versarla in un vasetto di vetro e conservarla a temperatura ambiente. Dura una settimana (sempre che non la finiate prima). Io l'ho provata anche sulle gallette di sorgo e amaranto di Fiorentini e devo dire che è fantastica, se poi le chiudete a modi panino e le mettete in frigo per 30 minuti e le mangiate come snack sono super buone, sembrano le gallette quelle che si acquistano con già il cioccolato sopra oppure i nippon.