lunedì 31 dicembre 2012

Biscotti senza uova


Ingredienti:
  • 500 gr di farina 00
  • 150 gr di zucchero
  • 125 gr di burro  (ammorbidito a temperatura ambiente)
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • la scorza grattugiata di un limone
  • 200 ml di panna da cucina (quella per i tortellini)
Avevo voglia di biscotti ma mi sono accorata che non avevo uova in casa e così ho provato a  fare questi biscotti, per chi li conosce, assomigliano molto ai Biscotti Merenda di Goldoni, buonissimi per l'inzuppo!! Nella ciotola del Kitchen ho inserito tutti gli ingredienti e ho lasciato lavorare finchè non si è formata una bella palla liscia, coprirla con la pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigorifero per 30 minuti. Trascorso il tempo, stendere l'impasto dello spessore di mezzo centimetro e formare i biscotti con gli appositi stampini. Per i più piccoli (o grandi ancora bambini come me, ih ih) ho utilizzato due stampini della Silikomart, l'omino di marzapane e l'orsetto, invece con due coppapasta rotondi di dimensioni diverse ho fatto delle simil macine. Disporli sulla leccarda ricoperta con carta da forno e cuocerli a 180° per 10 minuti o finchè saranno coloriti. Appena usciti dal forno ho decorato l'omino e l'orsetto con lo stuzzicatente intinto in cioccolato in polvere e latte. Per servire le simil macine ho utilizzato un piatto in cellulosa di ecobioshopping, anche se è usa e getta è bello perchè ha il bordino decorato, ottimi per un cenone di San Silvestro per non dover lavare i piatti.












Con questa ricetta partecipo al contest " Tutti i biscotti che vuoi" del blog  "Nella mia cucina"


martedì 25 dicembre 2012

Bomboloni perfetti


Ingredienti per i bomboloni:
  • 500 gr di farina 00
  • 60 gr di burro
  • 35 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 7 gr di sale
  • 25 gr di lievito di birra (1 cubetto)
  • 250 ml di acqua (circa)
  • la scorza di un limone
 Ingredienti per la crema pasticcera:
  • 2 tuorli
  • 60 gr di zucchero
  • 40 gr di farina
  •  250 ml di latte
  • scorza di metà limone
  • succo di metà limone
 Ingredienti extra:
  • marmellata d'albicocche
  • altro zucchero per cospargere
  • olio per friggere
 Questa ricetta meravigliosa è di Pompeo, gentilissimo e bravissimo pasticcere genovese che ha reso pubblica questa ricetta. Ho già sperimentato parecchie su ricette, sono una garanzia! Preparare l'impasto: mettere nell'impastatrice con il gancio K (quello ad uncino) tutti gli ingredienti con metà acqua, e quando si sarà formata una palla aggiungere l'altra acqua e se occorre un pochino di farina. Lavorare un pò con le mani sul piano infarinato finchè la pasta sarà bella liscia, formare un palla e metterla a lievitare a campana per 15 minuti. Stendere tutto l'impasto con il mattarello (non più basso di 2 cm) e con un coppapasta in metallo del diametro che preferite (perchè col bicchiere la pasta viene schiacciata ai lati e in cottura non ci viene la classica riga bianca) formare tanti dischi. (Si possono fare anche delle ciambelle facendogli un buco al centro prima di farli lievitare). Metterli a lievitare io non ho guardato il tempo perchè lui non lo indicava, ho usato un piccolo trucchetto. Ho tenuto una piccola pallina di impasto e l'ho messa dentro ad un bicchiere pieno d'acqua e l'ho messo nello stesso posto dove avevo i bomboloni, appena questa pallina viene a galla vuol dire che l'impasto è lievitato per bene (lo faccio anche con altri lievitati se non c'è scritto il tempo esatto). Nel frattempo prepariamo la crema che poi si dovrà raffreddare. Montare le uova con lo zucchero, aggiungere la farina, il latte e la scorza di limone .Portare a ebollizione a fuoco dolce (mescolando sempre o con un cucchiaio di legno o con la frusta in modo che non si attacchi al fondo e non si formino grumi) finché rassoda. Versare in una ciotola, coprire con pellicola e lasciare raffreddare. Iniziare a scaldare l''olio in una pentola con in bordi alti e non troppo larga, quando sarà ben caldo iniziare a friggere i bomboloni, quando la parte sotto si sarà colorita, girarli e fare colorire l'altro lato e così si otterrà la classica riga bianca nel mezzo. (Se il primo bombolone che friggete vedete che rimane troppo sul fondo vuol dire che devono lievitare ancora un pò, perchè devono galleggiare subito, a me non è servito erano già ok). Metterli su carta assorbente, siringarli con la crema o la marmellata (ne ho fatti metà in un modo metà nell'altro) e passarli nello zucchero semolato. Si possono farcire anche prima della lievitazione mettendo al centro di un disco un cucchiaino di crema, bagnando il resto con l'albume e coprendo con un altro disco, si lascia lievitare come gli altri e si frigge, però secondo me siringandoli dopo la cottura si riempiono di più. Che dire, da rifare al più presto, si sciolgono in bocca e non sanno per niente di fritto. Per il decoro ho fatto degli origami (stelle di natale) con dei tovaglioli rossi giganti di ecobio shopping.







venerdì 21 dicembre 2012

Collaborazione con Flamigni

La storia di Flamigni è la storia di una famiglia, che nell’arco di tre generazioni ha coltivato due grandi passioni professionali: il torrone e il panettone. Consiglio di acquistare questi prodotti soprattutto se si vuole fare un bel regalo perchè hanno una confezione bellissima ed elegantissima. Il loro torrone mi piace tantissimo, perchè non è come il classico torrone in stecche, ma è in scaglie quindi basta scartarlo e servirlo o meglio mangiarlo (senza rischiare di rompersi i denti). Presto metterò ricette con questi prodotti golosi!


giovedì 20 dicembre 2012

Olive all'ascolana furbissime

Ingredienti:
  • 200 gr di macinato misto
  • 300 gr di olive verdi denocciolate
  • olio extravergine d'oliva
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • 1 uovo
  • sale
  • noce moscata
  • la scorza di un limone
 Ingredienti extra:
  • 1 uovo
  • farina
  • pane grattugiato
  • olio per friggere
La mia mamma ha origini ascolane, quindi sò come si fanno quelle originali, perchè ogni anno per Pasqua le facciamo, ma queste sono molto più sbrigative e il risultato è comunque ottimo! In un pentolino mettere un filo d'olio e cuocere la carne sbriciolandola con la forchetta. Farla raffreddare. Nel frattempo con il mixer tritare grossolanamente le oliv, tritare la carne (fredda), mettere tutto in una ciotola aggiungendo l'uovo, il sale, il formaggio, la scorza grattugiata del limone, la noce moscata e se occorre un pò di pane grattugiato, mescolare bene per amalgamare gli ingredienti. Iniziare a formare delle palline più o meno della grandezza delle olive ascolane vere ( a me ne sono venute 22). Una volta formate le olive passarle prima nella farina, poi nell'uovo sbattuto e infine nel pane grattugiato. Friggerle in olio caldo, farle asciugare un pò su carta assorbente e salare. Se non si vogliono cuocere tutte, si possono anche congelare prima della cottura e friggerle al momento del bisogno.  





sabato 15 dicembre 2012

Pulla bread (pane dolce finlandese)

Ingredienti per la treccia:
  • 25 gr di lievito di birra
  • 125 ml di latte (tiepido)
  • 50 gr di burro
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 1 uovo 
  • 350 gr di farina 00
  • 50 gr di zucchero
  • 100 gr di uva sultanina Tec-Al
  • 25 gr di mandorle tritate grossolanamente
  • mezza fialetta di aroma rum
Ingredienti per la copertura:
  • 1 uovo
  • mandorle a lamelle
Questa ricetta l'ho trovata sempre sul blog di Stefania "Araba felice in cucina", ho modificato un pò gli ingredienti, se andata da lei trovate la ricetta originale. E' un pane buonissimo, sofficissimo e si usa come dolce, lo si può mangiare così o accompagnato con marmellata o Nutella, assomiglia al nostro panettone!! Ammollare l'uvetta in una tazza con acqua e il rum e lasciare lì il tempo di preparare l'impasto. Sciogliere il lievito nel latte tiepido, mettere nella ciotola dell'impastatrice con la farina, il burro, il sale, lo zucchero, l'uovo e verso la fine dell'impasto l'uvetta (strizzata) e le mandorle, continuare ad impastare finchè non saranno ben amalgamate nell'impasto. Formare una palla e metterla a lievitare in una ciotola coperta con un canovaccio per un'ora. Riprendere l'impasto , sgonfiarlo, riformare la palla e farlo lievitare mezz'ora coperto. Dividere l'impasto in tre pezzi uguali che andranno lavorati a modi salsicciotto per poi formare una bella treccia, appoggiarla sulla leccarda coperta con la carta da forno, coprirla e farla lievitare mezz'ora. Scaldare in forno a 200° spennellarla con l'uovo sbattuto e cospargerla con le lamelle di mandorle, infornare per 30 minuti. Farla raffreddare prima di servirla. Si conserva bene per giorni coperta con la pellicola trasparente.





mercoledì 12 dicembre 2012

Focaccia fantastica di Giorgio Locatelli


Ingredienti per l'impasto:
  • 500 gr di farina 00
  • 15 gr di lievito di birra
  • 225 ml di acqua (questa è la quantità indicata da Locatelli, nella pratica ce ne và un pò di più, circa 300 ml, si deve ottenere un impasto da poter girare con la forchetta)
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • 10 gr di sale
Ingredienti per la salamoia:
  • 65 gr di acqua
  • 65 gr di olio extravergine d'oliva
  • 25 gr di sale (io ne ho messi 18 gr)
Giorgi Locatelli, è un cuoco italiano che lavora a Londra e questa è la sua fantastica focaccia che si può trovare sul suo libro "Made in italy, Food and Stories", ma io l'ho conosciuta attraverso il blog di Stefania, "Araba felice in cucina". E' fantastica, perchè ricorda un pò quella ligure, infatti al primo morso , sono tornata bambina,  mi sono tornate alla mente le vacanze fatte a Lavagna da piccola. Ma torniamo alla ricetta. Premessa, è importantissimo non lavorare troppo l'impasto, quindi scordatevi l'impastatrice e le mani! In una ciotola capiente, sciogliere il lievito nell'acqua, aggiungere tutti gli altri ingredienti e mescolare con la forchetta amalgamando tutti gli ingredienti (ma non impastando), ungere un pochino la superficie, coprire con un canovaccio e lasciare riposare per 10 minuti. Trascorso il tempo rovesciare l'impasto (non toccarlo perchè è molto appiccicoso) su una teglia ricoperta da carta da forno e unta, coprirlo con il canovaccio e farlo riposare altri dieci minuti. Ora con il mattarello o con le mani stendere delicatamente la focaccia (per non rompere le bolle d'aria che si stanno formando) partendo sempre dal centro verso l'esterno, coprire ancora con il canovaccio e far riposare per altri 20 minuti. Nel frattempo, preparare la salamoia mescolando in un bicchiere l'olio, il sale e l'acqua, farli emulsionare per bene, fino ad avere un liquido omogeneo. Io ho usato meno sale di Locatelli, ma la prossima volta in superficie direi che non ne metto proprio o ne metto pochissimo. Ungersi le dita e fare tante fossette su tutta la superficie della focaccia e versarvi la salamoia, lasciare riposare il tempo di scaldare il forno a 220° e infornare per 25/30 minuti o finchè la focaccia non sarà dorata. Lasciare raffreddare un pò su una griglia. E' fantastica anche per i tempi di lievitazione.





Biscotti con sparabiscotti


Ingredienti:
  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di amido di mais Molino Chiavazza
  • 190 gr di burro
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 95 gr di zucchero 
  • 1 bustina di vanillina
Ingredienti extra:
  • marmellata di albicocche
  • 100 gr di cioccolato fondente da sciogliere
 Sciogliere sul fuoco il burro (ma non del tutto), metterlo semi sciolto nella ciotola dell'impastatrice assieme allo zucchero e con il gancio a foglia montare finchè non diventerà una bella crema omogenea, aggiungere l'uovo e il tuorlo, mescolare ancora e aggiungere tutto il resto degli ingredienti, lasciando lavorare finchè l'impasto non formerà una bella palla compatta. Mettere un foglio di carta da forno sulla leccarda, riempire la spara biscotti (Silikomart) con un pò di impasto, scegliere la trafila con il decoro che preferite, appoggiate la sparabiscotti alla leccarda e premere una sola volta. Cuocere per 10 minuti (circa, lo vedete dal colore) a 180°. Su alcuni fiorellini, a metà cottura ho messo un pochino (pochissima) di marmellata, altri invece, una volta raffreddati li ho "pucciati" nel cioccolato fuso e poi li ho lasciati asciugare su carta da forno. Questi biscotti si sciolgono in bocca! La cosa bella è che con questo impasto non c'è da litigare con la spara biscotti, il successo è assicurato!!







martedì 11 dicembre 2012

Sformato di polenta


Ingredienti per la polenta:
Ingredienti per il ragù:
  • 400 gr di macinato misto
  • mezza cipolla piccola dorata
  • 1 carota
  • mezza costa di sedano
  • olio extravergine d'oliva
  • 300 gr di passata di pomodoro
  • 100 ml di vino bianco
  • sale
  • pepe
Altri ingredienti:
  • 1 mozzarella
  • parmigiano reggiano 
Per prima cosa bisogna preparare il ragù. Tritare le verdure e farle soffriggere con un pochino d'olio, aggiungere il macinato e "sgranarlo" con la forchetta per non lasciare dei pezzi troppo grossi di carne, aggiungere il vino e cuocere finchè non sarà evaporato, poi la passata e lasciare cuocere finchè il ragù sarà meno liquido, mescolare di tanto in tanto, spegnere e tenere da parte. Prepariamo la polenta. Mettere a bollire l'acqua e salare, quando bolle, aggiungere la polenta a pioggia e mescolare per bene di continuo con un cucchiaio di legno. Dopo circa 8 minuti la polenta è pronta. Ungere uno stampo con un pò di burro, versare metà polenta e livellarla con un cucchiaio aggiungere quasi tutto il ragù distribuire la mozzarella tagliata a cubetti su tutta la superficie, versare l'altra metà di polenta , livellarla, coprire con il ragù rimasto e una generosa manciata di parmigiano reggiano. Informare in forno già caldo per 25 minuti a 180° (deve venirci una bella crosticina). Solitamente questo piatto lo faccio con la polenta classica, questa volta ho voluto provare la novità della polenta integrale e devo dire che non mi è piaciuta molto, in quanto in bocca si sentono tutte le pellicine del mais che danno un pò fastidio (poi và a gusti, magari ad altri piace), per il resto il gusto è sempre lo stesso, ma continuerò a usare la mia solita polenta.




Con questa ricetta partecipo al 1° Contest de "La cucina del Molino" organizzato dal Molino Peila dedcato alla  polenta.


lunedì 10 dicembre 2012

Crocette delle sorelle Simili


Ingredienti:

  • 350 gr di farina
  • 175 ml di acqua
  • 1bustina di lievito di birra secco
  • 15 gr di strutto
  • 15 ml di olio extravergine d'oliva
  • 5 sale
Questa ricetta è quella del pane casereccio sempre delle sorelle simili che io avevo già fatta ma che vi riporto per comodità.  L'unica differenza è nella forma, mentre stavo facendo i classici panini a forma di mantovanine ho aperto il loro libro e ho visto le crocetto così ho provato a farele e vi ho messo tutte le foto dei passaggi, diciamo che forse ci vuole un pochino più di impasto se si vogliono più grosse, ma a me non sono dispiaciute nememno così, la prossima volta cercherò di migliorarle un pò esteticamente, ih ih. Mettere tuttti gli ingredienti nell'impastatrice (se occorre aggiungere un pochino d'acqua) e lasciare lavorare con il gancio K (quello a uncino) finchè non si formerà una bella palla liscia che andrà lavorata subito. Formare 6 palline più o meno dello stesso peso e tenerle coperte. Appiattire con il mattarello una pallina di pasta, mettete la striscia in verticale davanti a voi, con la mano destra, fate una piccola piega nella parte superiore e incominciare ad arrotolarlo e a srotolarlo con il palmo della mano senza premere fino ad ottenere un rotolino sottile, a questo punto, raggiungere il centro con il rotolino e procedere allo stesso modo dall'altra parte. Raggiunto il centro, ruotare il rotolino di destra due volte, sollevare il nodo che si sarà formato facendolo sporgere sui due rotolini appoggiare sul tavolo e fissare i crostini premendo al centro con le dita. Appoggiarle su una leccarda ricoperta con carta da forno coprirle per 50 minuti con un canovaccio. Infornarle per 40 minuti (dipende dal forno, regolatevi anche col colore del pane) nel forno precedentemente scaldato a 180°. Lasciare raffreddare su una grata coperto con un canovaccio. Sono buonissime, leggerissime, croccanti fuori e morbide dentro.



 Prima della lievitazione


 Dopo la lievitazione