mercoledì 20 settembre 2017

Pici con briciole, aglio e peperoncino



Ingredienti per i pici (x 2):
  • 250 gr di farina 0 Petrucci
  • 125 ml di acqua
  • 5 gr di sale
 Ingredienti per condire la pasta:
  • olio extra vergine d'oliva Agridè
  • pane grattugiato 
  • aglio
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • formaggio grattugiato Piave
Per prima cosa preparare l'impasto che dovrà riposare. In una ciotola versare la farina, l'acqua il sale e impastare prima aiutandosi con una forchetta poi rovesciare l'impasto su una spianatoia e lavorarlo con le mani fino ad ottenere un bell'impasto liscio, coprirlo con la pellicola trasparente e lasciarlo riposare per 30 minuti. Nel frattempo preparare il condimento. In una padella scaldare 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva e rosolare lo spicchio d'aglio divino a metà in modo da poterlo togliere alla fine se invece preferite un sapore più forte potete tritarlo in modo da lasciarlo, versare il pane e continuare a mescolare finché non prenderà colore e sarà croccantino, aggiungere il peperoncino e il prezzemolo e mettere in una ciotola. Riprendere l'impasto dei pici, stendere una sfoglia alta 1 centimetro dalla quale ricaverete delle piccole strisce, lavorare le strisce una alla volta tra le mani poi appoggiandolo sul ripiano e continuando a lavoralo con le dita per formare un cilindretto il più lungo, uniforme e sottile possibile. Posizionare i pici su un canovaccio infarinato o sul tagliere di legno infarinato per evitare che si appiccichino. E ora cuocerli come una normalissima pasta, quindi portare a bollore una pentola d'acqua, salare e buttare la pasta, dopo circa 5 minuti assaggiare se saranno cotti, quindi scolare e condire con il pane grattugiato. Potete condirli come più preferite.


domenica 17 settembre 2017

Calzone come in pizzeria



Ingredienti (x 4 pz sottili o 2 più spessi):
  • 250 gr di farina Bella Napoli Strapizza
  • 2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva Agridè
  • 5 gr di sale
  • 6 gr di lievito di birra secco Strapizza
  • 100 ml di latte
  • 100 ml di acqua
Ingredienti per farcire:
  • 4 foglie di basilico fresco
  • passata di pomodoro
  • sale
  • provola
Ricetta velocissima, semplicissima e soprattutto buonissima. Adoro la ricetta di questo calzone, sembra quello della pizzeria, anzi, se come me avete la possibilità di cuocerlo nel pizza express è ancora più buono!! Devo dire che sto provando queste farine e per le pizze sono davvero perfette, hanno un gusto particolare simil pizzeria, anzi meglio. In una ciotola impastare tutti gli ingredienti, se occorre potete aggiungere un pò di farina, rovesciate l'impasto sulla spianatoia, lavorarlo finchè non si otterrà un bell'impasto omogeneo e liscio, dividerlo in quattro parti uguali, formare quattro palle e metterle a riposare nel forno spento coperte con un canovaccio per 30 minuti, trascorso il tempo, sgonfiare le palle d'impasto, rilavorarle un pò, riformare e rimetterle a lievitare per altri 30 minuti. Io solitamente con questa dose ne faccio due un pò più cicciottelli, ma questa volta ho optato per farli un pò più sottili. Trascorso il tempo, riprendere l'impasto, stenderlo CON LE MANI e iniziare a farcire, cospargere tutta la superficie con la passata di pomodoro, su una metà posizionare il basilico e la provola, chiudere il calzone con l'altra metà d'impasto, piegandolo sotto in modo che in cottura si sigilli per bene e non esca niente. Scaldare il pizza express per 10 minuti sul 3 e cuocere finchè sia sopra che sotto saranno ben colorati. Con questo impasto potete anche fare la pizza.

venerdì 15 settembre 2017

Biscotti integrali con avena , cocco e bacche goji (senza burro e uova)



Ingredienti (x 16 pz):
  • 60 gr di fiocchi d'avena tritati grossolanamente
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 1 cucchiaino di lievito antica ricetta S.Martino
  • 100 gr di farina integrale macinata a pietra Molino Petrucci
  • 100 gr di farina di cocco
  • 100 gr di zucchero
  • 100 ml di latte
  • 20 gr di bacche Goji
  • 1 pizzico di vanillina 
In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti secchi e una volta amalgamati unire lentamente quelli liquidi in modo da ottenere un composto compatto (solitamente le bacche goji le ammollo in acqua come si fa con l'uvetta ma il giorno in cui ho fatto i biscotti c'era molto caldo ed era già abbastanza morbide) mettere a riposare l'impasto in frigorifero per un'ora. Trascorso il tempo ricoprire la leccarda con la carta da forno, aiutandovi con un cucchiaio posizionate un pò d'impasto e appiattirlo leggermente con il dorso del cucchiaio continuare così fino ad esaurimento impasto, ricordandovi di lasciare un pò di spazio tra un biscotto e l'altro. Infornare a 200° in forno già caldo per circa 5-8 minuti (dipende dal vostro forno) devono avere la superficie bella dorata. Lasciarli raffreddare per bene prima di mangiarli, il giorno dopo secondo me sono ancora più buoni.

mercoledì 13 settembre 2017

Bensone modenese integrale con prugne secche (ciambella)



Ingredienti per il bensone:
  • 250 gr di farina bio integrale Ariani
  • 1 uovo
  • 75 gr di burro (ammorbidito a temperatura ambiente)
  • 100 gr di zucchero
  • scorza di mezzo limone
  • mezza bustina di lievito per dolci antica ricetta S.Martino
  • un pò di latte (sia per l'impasto che per spennellarlo)
  • granella di zucchero S.Martino
Ingredienti per la farcia:
  • 250 gr di prugne secche molto grandi con nocciolo MonteRè (peso da snocciolate)
Avevo voglia di ciambella o meglio bensone ma non avevo nulla con cui farcirlo (a dir la verità si può fare anche al naturale, ma io lo volevo goloso) e così ho pensato di frullare le prugne secche come per i biscotti ed è stata una buonissima idea. Per prima cosa snocciolare le prugne secche  e frullare finchè non avrete ottenuto un composto cremoso. Impastare tutti gli ingredienti per il bensone, prima aiutandosi con una forchetta poi con le mani, se l'impasto lo richiede aggiungere un goccino di latte. Si deve formare un bella palla omogenea. Stenderla a quadrato con un mattarello direttamente sulla carta da forno. Distribuire su tutta la superficie la farcia (nel mio caso le prugne secche frullate) lasciando però liberi i bordi per poterlo richiudere. Chiudere il bensone portando verso il centro una metà e sovrapponendoci l'altra, chiudendo gli estremi per bene. Rigirarlo aiutandosi con la carta da forno in modo che la piega rimanga sotto. Fare una leggera incisione centrale con un coltello con la lama liscia, spennellare con del latte e cospargere con la granella di zucchero. Infornare in forno già caldo a 200° per 30 minuti. Questa versione con le prugne secche rimane leggermente più morbida e meno secca del solito bensone. Qui trovate la versione con la Nutella.



lunedì 4 settembre 2017

Focaccia semintegrale con carciofini e grana



Ingredienti:
  • 130 gr di farina 0 manitoba Molino Petrucci (potete usare anche la 00)
  • 70 gr di farina integrale Molino Petrucci
  • 106 ml di acqua tiepida
  • 4 gr di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva (per la teglia) Agridè
  • 1 cucchiaino di malto (o miele)
  • 4 gr di sale
  • pepe
Ingredienti per farcire:
  • 140 gr di carciofini sott'olio (io ho usato quelli conditi alla campagnola) 
  • 20 gr di parmigiano reggiano grattugiato
Versare in una ciotola l'acqua tiepida, il lievito, il malto mescolare con una forchetta poi aggiungere la farina, il pepe, il sale e  impastare prima sempre con una forchetta poi rovesciare sulla spianatoia e impastare a mano, formare una palla, coprirla con la pellicola trasparente e lasciarla riposare 40 minuti, impastarla di nuovo e lasciarla riposare 20 minuti. Trascorso il tempo, riprendere l'impasto e stenderlo sulla carta da forno con un goccio d'olio e mettere a lievitare nel forno spento per minimo 2 orette se c'è molto caldo basterà anche un'ora. Nel frattempo potete tagliare i carciofini a fettine sottili e grattugiare il formaggio. Distribuire i carciofi sulla focaccia, cospargere con il formaggio e spolverare col sale. Infornare a 180° per 30 minuti. La mia l'ho fatta sottile di proposito utilizzando la leccarda del forno se voi la volete più alta utilizzando la leccarda del forno potete raddoppiare la dose, oppure se volete utilizzare la mia stessa dose utilizzate una teglia più piccola.


giovedì 31 agosto 2017

Buondì integrali al cioccolato (con ripieno)


 Ingredienti (x 12 pz):
  • 1 confezione di preparato per dolce paradiso al cacao Ruggeri
  • 120 ml di acqua
  • 1 busta di glassa al cacao
  • 2 buste di ora ciok senza zucchero S.Martino
  • 250 ml di latte
  • granella di zucchero S.Martino
Diciamo che non è una vera e propria ricetta ma vi posso dare una qualche idea su come utilizzare il preparato buonissimo per il docle paradiso, potete fare la classica torta ma vi assicuro che anche se proverete a farlii come ho fatto io non ve ne pentirete, vi dimenticherete i buondì originali. Per prima cosa preparare i nostri dolcetti, nella ciotola della planetaria versare il contenuto della busta di preparato per torta di paradiso e mescolarla con la frusta e l'acqua fino ad ottenere una crema bella omogenea. Versare il composto in uno stampo  in silicone con i rettangoli io ho usato questo della HappyFlex, sbattere un pò lo stampo sul ripiano in modo che da uniformare il composto negli stampi e infornare in forno già caldo a 180° per 30/40 minuti, dipende sempre dal vostro forno, fate sempre la prova dello stecchino. Durante la cottura preparare la farcia così avrà il tempo di raffreddarsi, in un pentolino versare il contenuto delle due buste, aggiungere un pò di latte e mescolare per evitare che si formino i grumi, aggiungere tutto il latte e sempre mescolando portarlo a bollore sul fuoco moderato per pochissimi minuti, si addensa velocemente, versarla in una ciotolina per farla raffreddare. Una volta sfornati i dolcetti lasciarli raffreddare per bene in modo che sia più facile sformarli e farcirli.  Mettere il cacao in un sac a poche con la punta lunga e sottile, sformare i dolcetti, capovolgerli e "siringarli" con il cioccolato io ho fatto tre fori, uno al centro e gli altri due agli estremi, posizionarli su una gratella e versarci sopra la glassa e cospargerli di granella di cioccolato, io li ho fatti rapprendere per bene in modo che la glassa si raffreddasse e solidificasse poi li ho conservati in frigorifero, sono la fine del mondo. Questo preparato è davvero come un dolce fatto in casa.



martedì 29 agosto 2017

Olive all'ascolana vegetariane (con lenticchie)



Ingredienti (x 50 pz):
  • 350 gr di lenticchie
  • 50 olive baresane Agridè
  • 1 scalogno
  • 1 spicchi o d'aglio (privato dell'anima)
  • 1 cucchiaino di senape
  • sale
  • 3 fette di pancarrè
  • 1 uovo
  • prezzemolo tritato
  • pangrattato q.b.
  • la scorza di un limone
  • farina + pangrattato +uova (per la panatura)
Ogni anno per Pasqua mia mamma prepara le olive all'ascolana, quando le faccio io a casa invece, solitamente per fare prima  faccio quelle furbissime, quest'anno invece siccome avevo delle buonissime olive in caso ho detto: "perchè non provare a farle vegetariane!" che dire, hanno fatto un successone, se non lo dici a nessuno non si accorgono che sono lenticchie. Questa volta però le olive le ho snocciolate come vuole la tradizione, mentre per la farcia non ho fatto altro che utilizzare la ricetta con la quale faccio i burger, ho solo aggiunto in più la scorzetta del limone per darle proprio il sapore dell'oliva ascolana. Per prima cosa preparare la farcia, che metteremo a riposare in frigo, giusto il tempo di snocciolare le olive. Mettere in una ciotola le lenticchie (se snon in scatola vanno scolate) con tutti gli ingredienti e frullarli con il minipimer oppure se avete un mixer bello capiente potete metterli direttamente lì e frullarli l'importante è non frullare troppo altrimenti diventa pappetta, mescolare con una forchetta e se il composto dovesse risultare troppo molle e appiccicoso aggiungere un pò di pangrattato, dovete ottenere un composto simile a quello del macinato per fare le polpette. Coprire la ciotola con la pellicola e mettere a riposare in frigorifero. Per denocciolare le olive, con un coltellino molto affilato (tipo quelli da decorazione) denocciolarle partendo dalla parte del picciolo e proseguendo fino ad ottenere una spirale. Una volta denocciolate tutte, riempirle con il ripieno lasciando la stessa forma, senza spezzarla, ma cercando di inserire la pallina di ripeno e di farla più grande.Quando saranno tutte farcite, preparare i tre piatti per impanare: farina, uova, pangrattato, quindi passare le olive nei vari piatti nell'ordine in cui sono stati scritti, e o non vi resta che friggerle in olio profondo o come ho fatto io nella friggitrice. Dovete assolutamente provarle, sono buonissime. Le olive sono state fotografate in un contenitore EcoBioShopping




venerdì 25 agosto 2017

Stick semintegrali di pizza



Ingredienti (x 14 pz):
  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 125 gr di farina tipo 2 Petrucci
  • 6 gr di lievito di birra
  • 75 ml di latte
  • 3 gr di sale
  • 5 ml di olio extravergine d'oliva bio dop Agridè
  • un pizzico di zucchero
  • passata di pomodoro
  • basilico
  • scamorza affumicata 
Per prima cosa bisogna preparare l'impasto per la pizza perchè dovrà lievitare. In una ciotola mescolare la farina, il lievito, il pizzico di zucchero, aggiungere il latte, l'acqua, l'olio e il sale, impastare prima con la forchetta, poi rovesciare l'impasto sulla spianatoia infarinata e lavorarlo con le mani fino ad ottenere un bell'impasto liscio ed omogeneo formare una palla e metterla sulla leccarda infarinata, coprirle con la pellicola trasparente e un canovaccio e lasciare lievitare per 3 ore, riprendere la palla, sgonfiare e rimpastare, rimetterla sulla leccarda, ricoprila con con la pellicola, il canovaccio e mettere a lievitare per altre 3 ore. Trascorso il tempo aiutandosi con il mattarello stendere l'impasto più o meno rettangolare come la pasta sfoglia, sull'impasto pizza cospargere tutta la superficie con la passata di pomodoro (senza esagerare), distribuire pezzetti di foglie di basilico, la scamorza affumicata precedentemente grattugiata e chiudere appoggiando sopra il rettangolo di sfoglia, schiacciare un pò con le mani e con un coltello ben affilato tagliare delle 7 strisce sul lato lungo del rettangolo e poi dividerle a metà in modo da ottenerne 14. Prendere le striscioline e arrotolarle su se stesse. Io ne ho girate un pò in un verso un pò nell'altro, in modo che una volta sopra ci fosse la sfoglia e una volta l'impasto della pizza. Posizionarle sulla leccarda ricoperta con la carta da forno e infornare in forno già caldo per 30 minuti a 180° regolatevi con i vostri forni in base al colore degli stick.




mercoledì 23 agosto 2017

Pizza con farina di tritordeum



Ingredienti (x 2 pizzette):
  • 125 gr di farina di tritordeum Uniqua verde 
  • 6 gr di lievito di birra
  • 75 ml di latte
  • 3 gr di sale
  • 5 ml di olio extravergine d'oliva
  • un pizzico di zucchero 
Ingredienti per farcire:
  • passata di pomodoro 
  • funghetti sott'olio
  • olive nere
  • 2 conf. da 15 gr di Groksì gusto deciso
  • origano
  • sale
La farina di tritordeum nasce dalla combinazione di un grano duro (Triticum durum) con un tipo di orzo selvatico (Hordeum chilense) proveniente dal Cile e dall’Argentina. Al posto della provola in questa pizza ho utilizzato i Groksì che non sono altro che uno snack 100% formaggio cotto al forno. In una ciotola mescolare la farina, il lievito, il pizzico di zucchero, aggiungere il latte, l'acqua, l'olio e il sale, impastare prima con la forchetta, poi rovesciare l'impasto sulla spianatoia infarinata e lavorarlo con le mani fino ad ottenere un bell'impasto liscio ed omogeneo, dividerlo in due parti uguali, formare due palline e metterle sulla leccarda infarinata, infarinarle, coprirle con la pellicola trasparente e un canovaccio e lasciare lievitare per 3 ore, riprendere le palline, sgonfiarle e rimpastarle, rimetterle sulla leccarda, infarinarle, ricoprile con con la pellicola, il canovaccio e mettere a lievitare per altre 3 ore. Prendere una palla e stenderla con le MANI, mi raccomando, non usate il mattarello perchè il risultato è diverso, stesa con le mani viene tutta un'altra cosa, proprio come quella della pizzeria, anzi più buona. Una volta steso l'impasto farcirlo a piacere, io ho scelto di stendere la passata di pomodoro e farcirla con funghetti, olive nere, sale, origano e al posto della provola i groksì che sono cialdine di formaggio cotte al forno. Scaldare il pizza express vuoto sul 2 ½ per 10 minuti poi trascorso il tempo infornare la pizza e posizionare il termostato sul 3, vengono perfette.



giovedì 17 agosto 2017

Nodini saporiti semintegrali in padella



Ingredienti:
  • 250 gr di farina tipo 2 macinata a pietra Petrucci
  • 125 ml di acqua
  • 5 gr di lievito di birra liofilizzato
  • 25 ml di olio extravergine d'oliva bio Agridè
  • 5 gr di sale
  • 1 spicchio d'aglio
  • prezzemolo tritato
  • 20 gr di formaggio grattugiato Piave Lattebusche
E' una ricetta delle Sorelle Simili, nel blog trovate anche la ricetta per realizzarli con la pasta madre. Amalgamare per bene tutti gli ingredienti, formare una palla, farci una croce sopra e mettere a lievitare coperto per 40 minuti. Una volta trascorso il tempo, prendere una piccola quantità di pasta e aiutandosi con le mani, farlo roteare sul piano di lavoro per formare un cordoncino sottile lungo circa 15/20 cm e annodarlo. Appoggiarli sulla spianatoia. Scaldare una padella antiaderente (io solitamente uso il testo romagnolo), adagiarvi i nodini, solo quelli che ci stanno, non devono sovrapporsi perché in cottura cresceranno un po' e coprire col coperchio. Cuocere 5 minuti da un lato e 5 dall'altro. Non preoccupatevi per le  bruciacchiature sono una loro particolarità. Una volta cotti tutti metterli in una ciotola e se volete potete condirli con olio, prezzemolo e aglio tritato, ma questa volta ho preferito lasciarli al naturale perché avevo già insaporito l'impasto. 


giovedì 27 luglio 2017

Biscotti cuor di mela (senza burro)



Ingredienti pasta frolla (16 pz):
  •  250 gr di farina
  • 1 uovo
  • 100 gr di zucchero
  • 100 ml olio di semi
  • 1 cucchiaino di lievito antica ricetta S.Martino
 Ingredienti per la farcia:
  • 2 mele
  • 2 cucchiai di zucchero
  • succo di 1 limone
  • mezzo bicchiere d'acqua
  • cannella (io non l'ho messa)
Ho trovato questa ricetta sul blog di Benedetta dove ogni ricetta è una garanzia. Per prima cosa preparare la farcia che dovrà raffreddarsi. Sbucciarle le due mele, tagliarle a dadini in un pentolino, aggiungere lo zucchero, il succo di un limone, il mezzo bicchiere d'acqua, mescolare per bene tutti gli ingredienti  portare il pentolino sul fuoco, coprire con il coperchio e lasciare cuocere per 10 minuti mescolando di tanto in tanto.Quando le mele saranno bene cotte, schiacciarne un po' con la forchetta, in modo da avere un composto in parte cremoso e in parte con pezzetti di mela. Versiamo in un piatto o in una ciotolina per farlo raffreddare. Nel frattempo preparare la frolla. In una ciotola mescolare l'uovo, lo zucchero, l'olio di semi, il cucchiaino di lievito e mescolando pian piano aggiungere la farina, quando l'impasto inizierà a compattarsi rovesciarlo sulla spianatoia infarinata e lavorarlo con le mani fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Non avendo il burro questa pasta frolla non ha bisogno del riposo in frigorifero. Dividere in due la pasta frolla lavorarla delicatamente perché è molto friabile, aiutandosi con il mattarello stendere su due fogli di carta da forno con un po' di farina i due pezzi di frolla fino ad ottenere due rettangoli. In un rettangolo aggiungiamo il ripieno di mele con un cucchiaio facendo dei mucchietti e distanziandoli un po' tra loro perché poi dovremo chiuderli. Prendere l'altro rettangolo di frolla e rovesciarlo sopra per coprire il ripieno, togliere delicatamente la carta da forno, premere con le dita intorno al ripieno in modo da riuscire a sigillare bene i biscotti e con una stampo della forma che più desiderate tagliate i biscotti (io ho usato un cerchio diam. 4cm) togliere la pasta frolla in eccesso, mettere i biscotti sulla leccarda ricoperta con la carta da forno. Riprendere la frolla avanzata stenderla come prima e preparare altri biscotti. A me ne sono venuti 16. Infornare in forno già caldo a 180° per 20-25 minuti. Lasciarli raffreddare prima di toccarli. Il giorno dopo sono ancora più buoni.


venerdì 14 luglio 2017

Biscotti integrali cacao, nocciole e avena (simil Gran Cereale)



Ingredienti (x 18 pz diam. 6 cm):
  • 100 gr di farina integrale Ariani
  • 15 gr di cacao amaro S.Martino
  • 100 gr di nocciole (con la pellicina)
  • 80 gr di fiocchi d'avena (tritati grossolanamente col mixer)
  • 70 gr di zucchero 
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • 50 ml di olio di semi  
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci antica ricetta S.Martino
Ho letto questa ricetta sul blog di Alice ma so che questa ricetta è di Elena quindi ho unito le due versioni e questo è stato il risultato. Dei biscotti uguali identici ai Gran Cereale al cioccolato, anzi erano ancora più buoni!! In una ciotola con una forchetta sbattere per bene l’uovo con lo zucchero,  aggiungete l’olio, il sale e mescolare. Unire l'avena tritata grossolanamente, la farina integrale, il cacao, il cucchiaino di lievito e le nocciole tritate, mescolare prima con la forchetta poi aiutarsi con le mani e lavorare finché il composto non sarà bello omogeneo formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigorifero per circa 30 minuti. Con l'aiuto del mattarello stendere l'impasto tra due fogli di carta da forno, poi tagliare i biscotti della forma che preferite, io li ho fatti come quelli originali. Posizionarli sulla leccarda ricoperta con la carta da forno e infornare nel forno caldo a 170° per circa 10-15 minuti. Lasciarli raffreddare prima di mangiarli, il giorno dopo sono ancora più buoni. Non so dirvi i tempi di conservazione perché sono spariti.



mercoledì 12 luglio 2017

Pizza con grani antichi


Ingredienti (x 2 pz):
  • 125 gr di preparato per pizza ai grani antichi Ruggeri
  • 3 gr di malto tostato attivo Ruggeri
  • 75 ml di latte tiepido
  • 6 ml di olio extravergine d'oliva bio Agridè 
  • sale (è già nel preparato)
  • lievito (è già nel preparato)
Per guarnire ingredienti a piacere, io ho utilizzato:
  • passata di pomodoro
  • scalogno
  • origano
  • radicchio rosso
  • sale
  • olio extra vergine d'oliva bio Agridè 
  • formaggio Piave dop grattugiato
La farina di grani antichi è composta da farina di grano tenero tipo 1, semola di grano duro macinata a pietra, farina di farro e farina di orzo. Per prima cosa versare il preparato con 1/4 di lievito nella ciotola versare il latte tiepido, il malto e mescolare poi aggiungere l'olio e impastare prima con la forchetta, poi rovesciare l'impasto sulla spianatoia infarinata e lavorarlo con le mani fino ad ottenere un bell'impasto liscio ed omogeneo, dividerlo in due parti uguali, formare due palline e metterle sulla leccarda infarinata, infarinarle, coprirle con la pellicola trasparente e un canovaccio e lasciare lievitare per 3 ore, riprendere le palline, sgonfiarle e rimpastarle, rimetterle sulla leccarda, infarinarle, ricoprile con con la pellicola, il canovaccio e mettere a lievitare per altre 3 ore. Prendere una palla e stenderla con le MANI, mi raccomando, non usate il mattarello perchè il risultato è diverso, stesa con le mani viene tutta un'altra cosa, proprio come quella della pizzeria, anzi più buona. Una volta steso l'impasto farcirlo a piacere, io questa volta ho utilizzato il radicchio leggermente passato in padella con lo scalogno e l'olio extravergine d'oliva. Scaldare il pizza express vuoto sul 2 ½ per 10 minuti poi trascorso il tempo infornare la pizza e posizionare il termostato sul 3, vengono perfette. 





mercoledì 5 luglio 2017

Madeleine frittatine al formaggio piccanti con fagioli

 
Ingredienti per le madeleine (20 pz):
  • 1 uovo grande
  • formaggio grattugiato Piave
  • ketchup piccante
  • sale (poco perchè c'è già il formaggio)
Ingredienti per i fagioli:
  • fagioli borlotti
  • passata di pomodoro
  • 1 scalogno
  • olio extra vergine d'oliva Elogio Agridè 
  • prezzemolo
  • sale
In questa ricetta l'unica dose esatta che c'è è l'uovo, per il resto sono andata ad occhio potete mettere o omettere gli ingredienti a vostro piacimento. Per prima cosa prepariamo i fagioli , ho utilizzato dei fagioli che avevo già cotto in giorni precedenti (uso quelli secchi e quando li cuocio nella pentola a pressione mi faccio la scorta, quindi li ho rimessi in padella con un cucchiaio d'olio, poi ho aggiunto lo scalogno tagliato a fette grossolane, un pò di passata di pomodoro e lasciare cuocere finchè lo scalogno sarà cotto e il sugo si sarà unito per bene ai fagioli, nel frattempo prepariamo le frittatine. In un piatto fondo, sbattere l'uovo poi aggiungere il sale, il formaggio, il ketchup e continuare a lavorare con la forchetta, aiutandosi con un cucchiaio distribuire il composto nello stampo per madeline in silicone HappyFlex.  Infornare a 180° in forno già caldo per 10-15 minuti, dipende molto anche dal forno, vi accorgete che sono cotte perchè si formerà un bel bordino dorato, lasciare raffreddare poi sformare e servire con i fagioli e del buon pane appena sfornato!