martedì 26 settembre 2017

Brioches girelle danesi integrali alla crema (senza burro)



Ingredienti per l'impasto (x 14 pz 8 cm diam.):
  • metà uovo (pesarlo intero, sbatterlo e pesarne metà)
  • 83 ml di latte tiepido
  • 4 gr di lievito di birra
  • 20 gr di olio spalmabile ai semi di girasole Reolì - in alternativa olio di semi
  • 26 gr di zucchero
  • 183 gr di farina tipo 1 gialla Uniqua 
  • mezza bustina di vanillina
  • scorza di mezzo limone
Ingredienti per la crema:
  • 83 ml di latte
  • 16 gr di zucchero
  • 5 gr di maizena
  • 33 gr di uvetta
  • metà uovo (la metà di quello dell'impasto)
  • scorza di mezzo limone
 *se ne volete di più o volete farle più grandi moltiplicate tutte le dosi per 3

Ho trovato questa ricetta sul blog di Benedetta, dove ogni ricetta è una garanzia. Per prima cosa preparare l'impasto che poi dovrà riposare. In una ciottola sbriciolare il lievito, versare il latte tiepido e mescolare finchè il lievito non si sarà sciolto, aggiungere metà uovo, l'olio spalmabile (così è più versatile e si può sostituire proprio come il burro vista la sua consistenza, è a base di olio di semi di girasole, acqua e burro di cacao), lo zucchero, la vanillina e mescolare. Iniziare ad incorporare la farina poco alla volta, poi rovesciare sulla spianatoia infarinata e continuare a lavorare l'impasto finchè non avrete ottenuto un bell'impasto liscio, metterlo in una ciotola coperto con la pellicola trasparente ed un canovaccio e lasciarlo riposare per 30 minuti, il tempo di preparare la crema e lasciarla raffreddare un po'. Scaldare il latte con la scorze grattugiata del limone, in una ciotola mescolare, l'uovo con lo zucchero e l'amido di mais, versarci il latte, mescolare bene con la frusta per evitare che si formino dei grumi, poi rimettere nel pentolino e cuocere finchè arrivato a bollore inizierà ad addensarsi. Togliere dal fuco per farla raffreddare leggermente (non dovrà essere bollente). mettere l'uvetta a bagno in acqua fredda. Terminata la lievitazione dell'impasto, stenderlo a rettangolo sulla carta da forno dello spessore di mezzo centimetro, versare la crema ancora calda (ma non bollente) così aiuterà la seconda lievitazione, stenderla su tutta la superficie dell'impasto, strizzare l'uvetta e distribuirla su tutta la crema. Arrotolare per il lato lungo poi con un coltello ben afilato tagliare le girelle circa 2/3 cm di spessore (a me ne sono venute 14). Mettere le girelle sulla leccarda ricoperta con carta da forno tenendole un pò distanziate l'una dall'altra perchè cresceranno sia in lievitazione che durante la cottura. Metterle a lievitare nel forno spento coperte con la pellicola trasparente spento per un'ora. togliere le girelle dal forno e scaldarlo a 180° poi infornarle e cuocere per 20 minuti, dovranno essere belle dorate. Sfornare e lasciare raffreddare.


lunedì 25 settembre 2017

Pane per buschetta integrale Senatore Cappelli



Ingredienti (x 2 bruschettoni o tante bruschette normali):
  • 200 gr di farina di semola integrale macinata a pietra Senatore Cappelli Mulinum
  • 4 gr di lievito di birra
  • 182 ml di acqua tiepida
  • 4 gr di sale
  • 1 cucchiaino di malto
Ingredienti per farcire:
  • Reolì all'olio extra vergine d'oliva (olio spalmabile)
  • aglio
  • basilico
  • prezzemolo
  • un pizzico di sale
  • pomodoro
  • provola
A maggio sono andata in Calabria e sono andata a visitare il mulino di San Floro: Mulinum vicino a Catanzaro e ho provato il loro pane che ha un sapore particolare in quanto il grano è macinato a pietra. Ora ho avuto l'opportunità di provare le loro farine nelle mie ricette. In una ciotola sciogliere il lievito con l'acqua e il maltoo, poi aggiungere la farina, il sale, impastare prima con una forchetta poi rovesciare l'impasto sulla spianatoia infarinata e continuare a lavorare a mano formare una palla e mettere a lievitare dentro al forno (spento) coperto con un canovaccio per 2 ore. Trascorso il tempo, sgonfiare l'impasto, lavorarlo ancora un pò  dargli la classica forma allungata, lasciare riposare per un'altra ora. Se preferite fare tante bruschettine quindi tagliarlo a fette, vi consiglio di dargli una forma più piccola in modo che le fette vengano più alte. Scaldare il forno a 200° infornare la pagnotta per 30/40 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare prima di tagliarla. Se volete fare due burschettoni come i miei vi basterà semplicemente tagliare il pane a metà per il senso della lunghezza (se preferite potete togliere anche un pò di crosta) poi far tostare nel forno ancora caldo i bruschettoni aperti spalmati con l'olio spalmabile mescolato con aglio, prezzemolo e basilico. Devo dire che l'olio così è più versatile e si può sostituire proprio come il burro vista la sua consistenza (è a base di olio extravergine, acqua e burro di cacao). Se invece preferite fare tante bruschette vi basterà tagliare delle fette normali, bruschettarle e farcirle a vostro gradimento.Farcire a piacere, io ho optato per pomodori e un pochino di provola (anche questa calabrese) sciolta in padella in modo che sia bella filante. 


venerdì 22 settembre 2017

Torta di frutta integrale (senza burro)



Ingredienti per la frolla senza burro (diam.28 cm):
  • 300 gr di farina tipo 1 Molino Orsili
  • 90 gr di olio di semi di girasole spalmabile Reolì (oppure olio di semi di girasole)
  • 150 gr di zucchero 
  • mezza bustina di lievito per dolci antica ricetta S.Martino
  • 74 ml di acqua
  • scorza di un limone
Ingredienti per la crema pasticcera al limone:
  • 500 ml di latte
  • 1 uovo
  • 100 gr di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 60 gr di farina tipo 1 Molino Orsili
  • la scorza grattugiata di un limone 
 Ingredienti per il tortagel/gelatina per la superficie:
  • 50 ml di acqua
  • 20 gr di zucchero
  • mezzo cucchiaino di succo di limone
  • mezzo cucchiaino di amido di mais + meno di mezza tazzina d'acqua
  • kiwi
  • prugne
  • uva
  • pesche
  • banana
E' già da un po' di tempo, che non faccio la frolla con il burro ma la faccio con l'olio extra vergine d'oliva e l'olio di semi di girasole, ho provato quest'olio spalmabile e devo dire che è fantastico, ha la stessa consistenza del burro ma è tutto vegetale (contiene olio di semi di girasole, acqua e burro di cacao) esiste anche la versione con l'olio extravergine d'oliva. In una ciotola mescolare l’acqua, l'olio spalmabile, lo zucchero, il lievito, la farina, la scorza grattugiata del limone e lavorare prima con una forchetta poi con le mani fino ad ottenere un impasto morbido ma ben omogeneo. Avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare in frigorifero per 30 minuti (se c'è freddo va bene anche a temperatura ambiente).Nel frattempo preparare la farcia. Per la crema: in un pentolino scaldare il latte, in un altro pentolino mescolare con la frusta l'uovo con lo zucchero e in seguito aggiungere la vanillina, la scorza grattugiata del limone e la farina, mescolare per non formare grumi poi continuando a mescolare portare il pentolino sul fuoco e iniziare a versare a filo il latte, una volta versato tutto il latte continuare a mescolare finché non si addenserà, ci vorranno davvero pochissimi minuti. Prendere l'impasto e stenderlo della grandezza dello stampo creando anche i bordi , bucherellarlo tutto con i rebbi della forchetta e potete scegliere se fare la cottura in bianco oppure se metterci già la crema, io metto già la crema anche se è ancora tiepida. Accendere il forno a 180° infornare per 35/40 minuti a 180°. Lasciare raffreddare per bene prima di sformare prima di sformare. Se l'avete cotta come me con la crema sulla superficie si sarà formata una pellicina dorata, potete scegliere se lasciarla oppure fare come me e toglierla, basterà alzare un lato con la punta del coltello e come per magia si alzerà questo strato sottilissimo e sotto troverete la crema bella morbida. Mentre si raffredda potete preparare la gelatina e la frutta. In un pentolino versare l'acqua, il succo di limone, lo zucchero posizionarlo sulla fiamma bassa e mescolare finchè lo zucchero non si sarà sciolto. Per ottenere una bella gelatina senza grumi, in una tazzina mescolare l'amido con l'acqua, appena il pentolino con l'acqua, il limone e lo zucchero arriva a bollore versare l'amido appena miscelato e continuare a mescolare finchè la gelatina inizierà ad addensarsi, lasciare cuocere ancora un minuto sempre mescolando, spegnere il fuoco e far intiepidire prima di utilizzarla sulla frutta. Quando la torta sarà completamente fredda potete sformarla e iniziare a decorala con la frutta che più preferite, poi per far sì che non si ossidi con un cucchiaio o un pennello da cucina ricoprire tutta la frutta con la gelatina. Potete anche mangiarla subito oppure farla riposare in frigorifero per qualche ora.

* quello che vedete in questa foto è Reolì, non burro!








mercoledì 20 settembre 2017

Pici con briciole, aglio e peperoncino



Ingredienti per i pici (x 2):
  • 250 gr di farina 0 Petrucci
  • 125 ml di acqua
  • 5 gr di sale
 Ingredienti per condire la pasta:
  • olio extra vergine d'oliva Agridè
  • pane grattugiato 
  • aglio
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • formaggio grattugiato Piave
Per prima cosa preparare l'impasto che dovrà riposare. In una ciotola versare la farina, l'acqua il sale e impastare prima aiutandosi con una forchetta poi rovesciare l'impasto su una spianatoia e lavorarlo con le mani fino ad ottenere un bell'impasto liscio, coprirlo con la pellicola trasparente e lasciarlo riposare per 30 minuti. Nel frattempo preparare il condimento. In una padella scaldare 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva e rosolare lo spicchio d'aglio divino a metà in modo da poterlo togliere alla fine se invece preferite un sapore più forte potete tritarlo in modo da lasciarlo, versare il pane e continuare a mescolare finché non prenderà colore e sarà croccantino, aggiungere il peperoncino e il prezzemolo e mettere in una ciotola. Riprendere l'impasto dei pici, stendere una sfoglia alta 1 centimetro dalla quale ricaverete delle piccole strisce, lavorare le strisce una alla volta tra le mani poi appoggiandolo sul ripiano e continuando a lavoralo con le dita per formare un cilindretto il più lungo, uniforme e sottile possibile. Posizionare i pici su un canovaccio infarinato o sul tagliere di legno infarinato per evitare che si appiccichino. E ora cuocerli come una normalissima pasta, quindi portare a bollore una pentola d'acqua, salare e buttare la pasta, dopo circa 5 minuti assaggiare se saranno cotti, quindi scolare e condire con il pane grattugiato. Potete condirli come più preferite.


domenica 17 settembre 2017

Calzone come in pizzeria



Ingredienti (x 4 pz sottili o 2 più spessi):
  • 250 gr di farina Bella Napoli Strapizza
  • 2 cucchiai d'olio extravergine d'oliva Agridè
  • 5 gr di sale
  • 6 gr di lievito di birra secco Strapizza
  • 100 ml di latte
  • 100 ml di acqua
Ingredienti per farcire:
  • 4 foglie di basilico fresco
  • passata di pomodoro
  • sale
  • provola
Ricetta velocissima, semplicissima e soprattutto buonissima. Adoro la ricetta di questo calzone, sembra quello della pizzeria, anzi, se come me avete la possibilità di cuocerlo nel pizza express è ancora più buono!! Devo dire che sto provando queste farine e per le pizze sono davvero perfette, hanno un gusto particolare simil pizzeria, anzi meglio. In una ciotola impastare tutti gli ingredienti, se occorre potete aggiungere un pò di farina, rovesciate l'impasto sulla spianatoia, lavorarlo finchè non si otterrà un bell'impasto omogeneo e liscio, dividerlo in quattro parti uguali, formare quattro palle e metterle a riposare nel forno spento coperte con un canovaccio per 30 minuti, trascorso il tempo, sgonfiare le palle d'impasto, rilavorarle un pò, riformare e rimetterle a lievitare per altri 30 minuti. Io solitamente con questa dose ne faccio due un pò più cicciottelli, ma questa volta ho optato per farli un pò più sottili. Trascorso il tempo, riprendere l'impasto, stenderlo CON LE MANI e iniziare a farcire, cospargere tutta la superficie con la passata di pomodoro, su una metà posizionare il basilico e la provola, chiudere il calzone con l'altra metà d'impasto, piegandolo sotto in modo che in cottura si sigilli per bene e non esca niente. Scaldare il pizza express per 10 minuti sul 3 e cuocere finchè sia sopra che sotto saranno ben colorati. Con questo impasto potete anche fare la pizza.

venerdì 15 settembre 2017

Biscotti integrali con avena , cocco e bacche goji (senza burro e uova)



Ingredienti (x 16 pz):
  • 60 gr di fiocchi d'avena tritati grossolanamente
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 1 cucchiaino di lievito antica ricetta S.Martino
  • 100 gr di farina integrale macinata a pietra Molino Petrucci
  • 100 gr di farina di cocco
  • 100 gr di zucchero
  • 100 ml di latte
  • 20 gr di bacche Goji
  • 1 pizzico di vanillina 
In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti secchi e una volta amalgamati unire lentamente quelli liquidi in modo da ottenere un composto compatto (solitamente le bacche goji le ammollo in acqua come si fa con l'uvetta ma il giorno in cui ho fatto i biscotti c'era molto caldo ed era già abbastanza morbide) mettere a riposare l'impasto in frigorifero per un'ora. Trascorso il tempo ricoprire la leccarda con la carta da forno, aiutandovi con un cucchiaio posizionate un pò d'impasto e appiattirlo leggermente con il dorso del cucchiaio continuare così fino ad esaurimento impasto, ricordandovi di lasciare un pò di spazio tra un biscotto e l'altro. Infornare a 200° in forno già caldo per circa 5-8 minuti (dipende dal vostro forno) devono avere la superficie bella dorata. Lasciarli raffreddare per bene prima di mangiarli, il giorno dopo secondo me sono ancora più buoni.

mercoledì 13 settembre 2017

Bensone modenese integrale con prugne secche (ciambella)



Ingredienti per il bensone:
  • 250 gr di farina bio integrale Ariani
  • 1 uovo
  • 75 gr di burro (ammorbidito a temperatura ambiente)
  • 100 gr di zucchero
  • scorza di mezzo limone
  • mezza bustina di lievito per dolci antica ricetta S.Martino
  • un pò di latte (sia per l'impasto che per spennellarlo)
  • granella di zucchero S.Martino
Ingredienti per la farcia:
  • 250 gr di prugne secche molto grandi con nocciolo MonteRè (peso da snocciolate)
Avevo voglia di ciambella o meglio bensone ma non avevo nulla con cui farcirlo (a dir la verità si può fare anche al naturale, ma io lo volevo goloso) e così ho pensato di frullare le prugne secche come per i biscotti ed è stata una buonissima idea. Per prima cosa snocciolare le prugne secche  e frullare finchè non avrete ottenuto un composto cremoso. Impastare tutti gli ingredienti per il bensone, prima aiutandosi con una forchetta poi con le mani, se l'impasto lo richiede aggiungere un goccino di latte. Si deve formare un bella palla omogenea. Stenderla a quadrato con un mattarello direttamente sulla carta da forno. Distribuire su tutta la superficie la farcia (nel mio caso le prugne secche frullate) lasciando però liberi i bordi per poterlo richiudere. Chiudere il bensone portando verso il centro una metà e sovrapponendoci l'altra, chiudendo gli estremi per bene. Rigirarlo aiutandosi con la carta da forno in modo che la piega rimanga sotto. Fare una leggera incisione centrale con un coltello con la lama liscia, spennellare con del latte e cospargere con la granella di zucchero. Infornare in forno già caldo a 200° per 30 minuti. Questa versione con le prugne secche rimane leggermente più morbida e meno secca del solito bensone. Qui trovate la versione con la Nutella.



lunedì 4 settembre 2017

Focaccia semintegrale con carciofini e grana



Ingredienti:
  • 130 gr di farina 0 manitoba Molino Petrucci (potete usare anche la 00)
  • 70 gr di farina integrale Molino Petrucci
  • 106 ml di acqua tiepida
  • 4 gr di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva (per la teglia) Agridè
  • 1 cucchiaino di malto (o miele)
  • 4 gr di sale
  • pepe
Ingredienti per farcire:
  • 140 gr di carciofini sott'olio (io ho usato quelli conditi alla campagnola) 
  • 20 gr di parmigiano reggiano grattugiato
Versare in una ciotola l'acqua tiepida, il lievito, il malto mescolare con una forchetta poi aggiungere la farina, il pepe, il sale e  impastare prima sempre con una forchetta poi rovesciare sulla spianatoia e impastare a mano, formare una palla, coprirla con la pellicola trasparente e lasciarla riposare 40 minuti, impastarla di nuovo e lasciarla riposare 20 minuti. Trascorso il tempo, riprendere l'impasto e stenderlo sulla carta da forno con un goccio d'olio e mettere a lievitare nel forno spento per minimo 2 orette se c'è molto caldo basterà anche un'ora. Nel frattempo potete tagliare i carciofini a fettine sottili e grattugiare il formaggio. Distribuire i carciofi sulla focaccia, cospargere con il formaggio e spolverare col sale. Infornare a 180° per 30 minuti. La mia l'ho fatta sottile di proposito utilizzando la leccarda del forno se voi la volete più alta utilizzando la leccarda del forno potete raddoppiare la dose, oppure se volete utilizzare la mia stessa dose utilizzate una teglia più piccola.